Skip to content

Diga di Val Schener

AttivitàProduzione idroelettrica › Diga di Val Schener

La Diga di Val Schener si trova in loc. Montecroce (o Pontet) a cavallo tra la Provincia di Trento e quella di Belluno. La sponda destra dello sbarramento sul Torrente Cismon poggia in Comune di Canal San Bovo (TN) e quella sinistra in Comune di Sovramonte (BL).

La sua costruzione è terminata nel 1963, quale serbatoio a servizio della centrale di Moline, costruita inizialmente come impianto ad acqua fluente nel 1928.

Prende nome dall’omonima Valle, scavata nei secoli dal Torrente Cismon, storica via di accesso al Primiero.

La diga presenta i seguenti dati principali:

  • Livello di massimo invaso m.s.l.m. 566
  • Livello massimo di regolazione m.s.l.m. 565
  • Capacità di invaso:
    totale m3 8.9000.000
    utile m3 3.500.000
  • Superficie complessiva del bacino imbrifero sotteso e allacciato km² 458,65 (di cui km² 254,65 derivanti dalle portate di acqua scaricate dalla centrale di San Silvestro e km² 204 dalle portate residue del Cismon e dallo scarico della Centrale di Val Noana)

Si tratta di una diga a cupola realizzata in calcestruzzo. Sviluppa una altezza di 73,5 metri ed una lunghezza del coronamento sull’asse di 80,65 metri.

È dotata di 2 scarichi e un ciglio sfiorante per una portata complessiva di 497 mc/s così ripartiti:

  • Scarico di superficie mc/s 253
  • Scarico di fondo mc/s 195
  • Ciglio sfiorante mc/s 52

La diga è collegata alla adiacente centrale di Val Schener e alla centrale di Moline mediante una galleria di derivazione della lunghezza di 4 km e con una portata massima di 16 mc/s.

Alla base della diga è stata realizzata una centralina idroelettrica per il recupero del Deflusso Minimo Vitale.